1wIl cotto è un materiale nobile da costruzione, ideale per la realizzazione di pavimenti di pregio, grazie alle sue caratteristiche fisiche e alle sue peculiarità cromatiche.
Il pavimento in cotto è semplicissimo da posare, cioè da disporre sul massetto e stuccare. È un lavoro che non richiede particolare maestria e che può essere svolto anche da manodopera non particolarmente specializzata.

Nonostante ciò, il posatore esperto, alla stregua di un grande mosaicista, può creare vere e proprie opere d’arte, proprio come quella dell’immagine a lato. Si tratta di uno splendido pavimento in cotto bicromo rinascimentale.
Come ottenere un risultato così straordinario e duraturo?

2wInnanzitutto, ci sono dei semplici accorgimenti di cui tener conto. Ad esempio:
• Ogni pezzo ha un dritto e un rovescio, di cui occorre tenere conto;
• Nei formati quadrati e rettangolari ci potrebbero essere discrepanze millimetriche nella lunghezza dei lati: per questo il piastrellista deve stare attento a far combaciare i lati di uguale lunghezza;
• Il dritto della mattonella, la parte a vista, non va mai sporcata con calce o collante, per evitare di danneggiarne l’aspetto;
• Per l’allineamento, è preferibile usare filo e stadia da muratore, evitando l’uso dei distanziatori;
• Le mattonelle in cotto sono completamente stonalizzate (sono di colore una diversa dall’altra), quindi è importante disporle con cura, per ottenere la migliore resa cromatica possibile.
Per conoscere tutte le istruzioni di posa di un pavimento in cotto, scarica la nostra guida qui: http://imastrifornaciai.it/procedure-di-posa/

Durante il Rinascimento, il posatore aveva acquisito un’importanza pari a quella di un mosaicista (lo fa capire anche il Vasari nell’Introduzione alle Tre Arti del Disegno). La posa di un pavimento decorativo equivaleva alla realizzazione di un’opera d’arte e di fatto lo era: nei più bei palazzi, umili mattonelle erano disposte per creare splendidi giochi geometri, impossibili da ottenere senza la dovuta esperienza. Il bravo posatore era in grado di curare estremamente i particolari, ottenendo un risultato stupefacente. Non era solo questione tecnica, ma occorreva anche un grande occhio “estetico”.

3wConsci di tale retroterra culturale, noi dei Mastri Fornaciai abbiamo creato un apposito servizio “Chiavi in Mano”, nato dall’esigenza di offrire al cliente un servizio completo, che va dalla produzione alla posa in opera del pavimento. Nel video seguente potrai vederci a lavoro:
http://imastrifornaciai.it/procedure-di-posa/

Con il servizio “Chiavi in Mano” potrai contare su un unico interlocutore – noi dei Mastri – che si occuperà di dirigere tutte le fasi della lavorazione. Così tu non perderai tempo ad inseguire i vari architetti, ingegneri e muratori, che spesso si rimpallano a vicenda le responsabilità di ritardi e fraintendimenti.

Per avere maggiori informazioni o chiedere un preventivo, compila gratuitamente la form su http://imastrifornaciai.it/chiavi-in-mano/