Le pavimentazioni in cotto fatto a mano sono la prova tangibile di una tradizione che vede gli albori delle civiltà più antiche.
Già i fenici usavano rivestire i loro pavimenti con delle rudimentali forme in argilla. Nel tempo la lavorazione si è affinata fino ad offrire oggi, pavimentazioni veramente a regola d’arte. I pavimenti in cotto sono largamente utilizzati sia per gli interni che per gli spazi esterni.

Grazie a trattamenti e finiture sempre più mirati, infatti, oggi possiamo tranquillamente permetterci il cotto, oltre che nelle sale, saloni, camere da letto, disimpegni, corridoi, ecc, anche in bagno e soprattutto in cucina, dove la macchia d’olio non è più un nemico!
Si può giocare con i colori naturali dell’argilla, essendo il nostro cotto completamente stonalizzato, ed assumendo esso una variazione cromatica naturale che va dal giallo paglierino fino al rosa antico.
E poi ci si può sbizzarrire con i più disparati formati, tanto che se una volta quello incontrastato era la pianella, o rettangola, oggi possiamo reinventarci i nostri pavimenti, abbinando formati e misure differenti, come appunto le pianelle, le quadre, i listelli, gli esagoni, le losanghe, gli ottagoni, i rombi ecc..incastonandoli come più piace.

In tutto questo basilare è poi la posa, per cui ad esempio le rettangole possono essere posate a “spina di pesce”, oppure “a correre”, oppure a “cesto”, mentre i listelli possono simulare un parquet in cotto, oppure possiamo formare delle forme quadrate unendo quadre più piccole a dei tozzetti e losanghe e così via.

Lo stesso dicasi per le pavimentazioni esterne, anche se qualcuno pensa il contrario, possiamo sfatare la convinzione che il cotto fatto a mano non sia abbastanza resistente da poter essere usato all’esterno.
In realtà non è così, infatti il nostro è perfettamente carrabile, ergo in grado di resistere alla pressione di tutti i mezzi, e questo è possibile grazie alla cottura ad un’ elevata temperatura, oltre 1150° che fa si che il silicio presente nell’ argilla che utilizziamo a quella temperatura cristallizzi, formando in superficie uno strato vitreo che lo rende indistruttibile ed eterno, e soprattutto ingelivo!

Si può utilizzare il cotto anche per pavimentare le zone che circondano una piscina, essendo dopo il suo trattamento perfettamente resistente ad acqua e agli agenti atmosferici, dove è sicuramente molto soggetto a “bagni d’acqua”, ma anche in zone di montagna, dove se posato con la giusta pendenza, e se sottoposto a specifici test di laboratorio, garantisce la resistenza al gelo lungo gli anni.

Naturalmente il cotto trova ampio spazio anche altrove; nella pavimentazione di piazzali, centri storici, viali, pavimenti di portici, marciapiedi, scalate, il suo impiego non ha davvero limiti, visto essere un prodotto naturale testimone dei tempi passati, in cui i materiali scelti erano in completa sintonia artistica,storica e culturale con l’ambiente in cui venivano inseriti.

Scegliere il nostro pavimento in cotto fatto a mano equivale allora al desiderio di tramandare l’eredità lasciataci dai nostri nonni, oltre ad avere a cuore l’ambiente che ci circonda, essendo il cotto un prodotto completamente ecocompatibile, prodotto nel completo rispetto della natura.

OFFERTA SPECIALE, SOLO PER GLI ISCRITTI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Pavimento 15×30 a soli 20,00 Euro/Mq anzichè 26,00 Euro/Mq

La Pianchetta deve considerarsi il formato più nobile e antico del cotto. E allora, Visto il successo dell’offerta 15×30, abbiamo voluto prorogarla ulteriormente fino al 15 Aprile e riservarla ai soli iscritti alla nostra newsletter, i nostri fedelissimi! Per voi, e solo per voi, altri 400 Mq, ordinabili anche in quantità minori!!!