Spesso succede che in edifici di vecchia e nuova costruzione ci si trovi di fronte a macchie, muffe, o a condensa di acqua su pareti e pavimenti. Questi sono i sintomi superficiali di un problema a monte: l’eccesso di umidità presente all’interno delle strutture o nell’ambiente. Risolvere questo inconveniente non è sempre cosa facile. Intervenire trattando le superfici con i numerosi prodotti presenti sul mercato è un’operazione sovente inutile se non addirittura controproducente. Bisogna intervenire sulle cause e non sugli effetti.

Occorre prima individuare le fonti di umidità, per poi intervenire eliminandole o limitandone l’azione. L’umidità può provenire dall’esterno quindi dal sottosuolo o dall’atmosfera esterna o interna (condensa) e dall’interno cioè da acqua contenuta nei materiali da costruzione;da danni interni (perdite negli impianti idraulci);da condensa di tubazioni sottotraccia non coibentate o da materiali con diversa conducibilità termica (esempio ponti termici) e porosità che generano fenomeni di condensa. I principali danni che l’umidità può generare possono essere di natura igienico-sanitaria, strutturale ed estetica.

Diviene quindi un fattore importante prevenire questo problema attraverso opportune tecniche molto diffuse e consigliate. L’isolamento del pavimento e delle mura produce effetti estremamente positivi sia in termini di eliminazione della condensa sia per limitare l’umidita’ dei muri e quindi consente di migliorare in modo sensibile la qualita’ dell’ambiente in cui viviamo. Lo scopo e’quello di applicare alle pareti, al soffitto o al pavimento uno strato isolante interno, che eviti che la temperatura esterna influenzi per conduzione quella interna e che quindi si generi come effetto dannoso la condensa.

I materiali che si possono utilizzare sono molteplici e variano a seconda che si intenda isolare i pavimenti, i muri o i soffitti.
La scelta inoltre e’ evidentemente condizionata dalla tipologia dell’abitazione e dalla sua localizzazione geografica.
Ultimo non trascurabile particolare è che la coibentazione consente un notevole risparmio energetico con grandi vantaggi in termini di costi di riscaldamento. Molto importante e’ rispettare i parametri richiesti per ottenere le migliori prestazioni, controllare che lo spessore e la natura dei pannelli isolanti siano adeguati all’ambiente da coibentare, verificare il grado di resistenza al fuoco e non ultimo controllare che le caratteristiche dei materiali siano consoni alle condizione climatiche della zona.

Contattaci per avere maggiori informazioni compilando la form qui sotto.