camino

Spesso nelle case antiche il camino rappresentava il luogo centrale della casa, dove la famiglia si riuniva nelle occasioni speciali. Purtroppo il tempo passa e questi luoghi vengono abbandonati e dimenticati dalle nuove generazioni. La tendenza degli ultimi anni però si è totalmente modificata, si investe sempre di più nella riqualifica delle antiche dimore d’origine delle famiglie italiane. Allora ci si chiede se convenga ripristinare il vecchio camino o riprodurlo completamente ex novo.

Gli addetti ai lavori sono sempre più indirizzati a rivalorizzare le vecchie case mantenendo l’ossatura originaria e apportando solo nuovi elementi di lustro.

Per il camino il discorso si amplia perchè la scelta tra il vecchio restaurato ed il nuovo da apportare dipende da una serie di fattori: gusti, disponibilità economiche e sicuramente dallo stato di conservazione dello stesso.

Vi proponiamo allora una breve disamina delle possibili strade da seguire. Se ad esempio volessimo accostare un ambiente rustico con il moderno, il camino potrebbe giocare a nostro favore: oggi in commercio esistono caminetti dalle forme più bizzarre che oltre ad essere veri e propri oggetti di arredamento, rappresentano un vero e proprio piccolo generatore di calore superefficiente. L’altra strada da percorrere è la sabbiatura: un’ operazione meccanica che permette l’asportazione di vecchie vernici, pitture, collette e ossidamenti da ruggine da ogni tipo di supporto sia esso ferro, legno o pietra. Una volta asportate questi materiali il nostro camino verrà trattato per essere pronto ad un nuovo rivestimento mantenendo la sua struttura originaria.

Per la ristrutturazione del tuo immobile affidati a noi de I Mastri Fornaciai, ti offriamo una consulenza gratuita per la realizzazione della tua opera. Contattaci gratutamente e senza impegno compilando la form qui sotto.