Nelle abitazioni, specialmente rurali, il colore assume una duplice valenza: funzionale, perché valorizza la luce e la percezione degli spazi; estetica, perché si fa portavoce di uno stile in linea con la tradizione.

m1Spesso, quando arrediamo o costruiamo una casa, curiamo moltissimo l’armonia fra funzionalità e design, ma lasciamo sempre un po’ in secondo piano il colore. Non che non stiamo attenti alle tinte dei muri, del pavimento e dei mobili, solo che resta in ombra la potenza che il colore può avere, sia dal punto di vista estetico, che dal punto di vista architettonico.

m2Ad esempio, una stanza di piccole dimensioni risulta più grande, se le pareti vengono dipinte con tinte calde e chiare; similmente, una stanza molto grande è più accogliente se il soffitto è dipinto con tinte calde, vagamente accese (in tal modo, si ottiene anche l’effetto di abbassare il soffitto). Se hai delle stanze poco illuminate, puoi scegliere colori molto chiari, sia per le pareti che per i pavimenti. L’effetto sarà straordinario: il riflesso della luce creerà un meraviglioso gioco di luci.

Avere nella casa dei tuoi sogni un’ideale armonia di colori dovrebbe essere una primaria neccessità. Il cotto antico marchigiano fatto a mano, con la sua completa stonalizzazione, può aiutarti a raggiungerlo. Guardane alcuni esempio attraverso le foto dei nostri lavori che trovi nel nostro sito http://imastrifornaciai.it

Ed oltre alla funzione architettonica del colore, concentrati sul suo simbolismo: se vuoi comunicare accoglienza, non sceglierai colori freddi, come il blu, ma piuttosto una fra le tante sfumature del giallo, dal primula all’ocra. Ricorda che l’ocra, con tutte le sue sfumature, fu un colore apprezzatissimo sin dall’antichità. Per gli egiziani, era il colore delle membra degli dei, del sole e del raccolto.

Presso i Greci e soprattutto i Romani ritroviamo una stessa attenzione per l’ocra, uno dei colori per eccellenza, insieme al porpora, al verde, al bianco e al nero.

Nell’arredamento, tutti associamo il rosso agli interni delle ville di Pompei, tanto che si parla di rosso pompeiano. In realtà, recenti studi hanno dimostrato che la pigmentazione del colore è diventata rossa a causa delle alte temperature dell’eruzione del Vesuvio. In realtà, il rosso pompeiano era un ocra-giallo.

Ancora oggi, le sfumature chiare dell’ocra conservano il loro fascino indiscutibile: conferiscono calore e luminosità agli ambienti, con assoluta eleganza.

m3Se vuoi valorizzare i tuoi spazi abitativi, comincia dai rivestimenti e scegli il nostro cotto antico fatto a mano, che rispetta una tradizione millenaria. Il colore del nostro cotto è il più puro, grazie all’uso di una terra unica, con una bassa quantità di ferro e un alto contenuto di silicio, responsabile del processo di creificazione : in cottura, il cotto vetrifica, diventando praticamente indistruttibile. Il nostro cotto, pertanto, è straordinariamente funzionale: è ultraresistente, impermeabile, isolante, adatto sia per gli interni, sia per l’esterno. E il suo coloro naturale, interpreta perfettamente uno stile abitativo, in linea con la tradizione.

Non rinunciare a realizzare la casa dei tuoi sogni, la TUA casa!

Collegati al link sottostante e scopri tutti i modi in cui possiamo plasmare i tuoi rivestimenti in cotto antico. E in più, compilando la form, potrai richiedere senza alcun impegno tutte le informazioni aggiuntive di cui hai bisogno, oltre a ricevere in omaggio il nostro catalogo:

http://imastrifornaciai.it

Cordiali saluti e buon lavoro,